Materiale
Informativo
avatar

Francesco Bruni

3 mesi fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Le recenti vicende della politica nazionale ed internazionale ci hanno restituito un quadro in cui si delinea, con sempre maggiore forza, la crisi dei partiti, per come sono stati tradizionalmente intesi. Il crollo delle adesioni, la scarsa fiducia in chi li rappresenta e, per converso, l’emersione di figure forti, talvolta persino esterne ai partiti, unitamente all’astensionismo ed al mutamento della sensibilità popolare sui contenuti e nel linguaggio che tali contenuti veicola, sono tutti fattori che muovono, inequivocabilmente, verso il ripensamento dell’attuale forma partito. Il presente gruppo di lavoro si prefigge lo scopo di interrogarsi su tali fenomeni, nel tentativo di comprendere sia la ragione che la reale portata degli stessi e valutare se esistono effettivamente risposte ad interrogativi che esigono soluzione, tanto a livello di circolo, quanto a livello nazionale.

Le tematiche che saranno trattate, all’interno del presente gruppo di lavoro saranno:

  • La forma partito
  1. Cosa è il PD e cosa sono i circoli. Formazione politica o comitato elettorale? Cervello o muscolo? Idea o azione? E’ possibile una sintesi tra tutti questi binomi? Se si, in che misura?
  2. Noi siamo il PD: gli iscritti, gli elettori, le primarie ed il rischio del “votificio”
  3. Coincidenza tra segretario del partito e candidato premier o separazione delle figure?

 

  • La definizione della linea politica
  1. Come si perviene alla definizione della linea politica del partito e del circolo?
  • L’uomo forte al comando ed il ruolo della base.
  • La partecipazione di iscritti ed elettori: come ed in che misura?
  • Le piattaforme online: strumento effettivo o specchietto per le allodole?
  • Le modalità di coinvolgimento delle associazioni

 

      2. La vincolatività della linea politica

  • Esiste un obbligo di fedeltà e coerenza alla linea politica o è sempre possibile manifestare il dissenso e fare, eventualmente, opposizione interna?
  • Comportamenti delle minoranze interne e rischio di personalizzazione dei meccanismi dialettici

 

  • Un problema concreto

Le nostre idee alla prova di un caso concreto, tra quelli che potremmo trovarci a dovere affrontare nel futuro prossimo. Tema proposto: “Le alleanze future (Verdini-Alfano ed il centro/Pisapia-campo progressista e la sinistra)

Possibili temi alternativi: “la genitorialità omosessuale”; “tagliare le tasse o rilanciare una politica fiscale più severa”; “il reddito di cittadinanza”; altri eventuali.

 

 

 

 

Il metodo di lavoro

  • Verranno, inizialmente, messi a disposizione del gruppo alcuni documenti utili ad inquadrare le problematiche che saranno poi oggetto di discussione, con possibilità di caricarne degli ulteriori.
  • La discussione avverrà secondo la scaletta di argomenti delineati, cercando di contenere ciascun intervento entro e non oltre 3 minuti (onde favorire il più ampio confronto).
  • Verrà redatto un verbale dell’incontro, sulla cui base sarà poi effettuata una bozza di sintesi delle varie posizioni emerse. Saranno oggetto di specifica trattazione sia le tematiche rispetto alle quali è emerso un consenso diffuso, sia gli argomenti che ci hanno visto meno d’accordo, evidenziando tanto la posizione maggioritaria, quanto quella minoritaria ed esplicitando le ragioni dell’eventuale dissenso.
  • La bozza di sintesi sarà sottoposta al gruppo, per eventuali osservazioni.
  • Qualora le osservazioni necessitassero di un ulteriore incontro o non si riuscisse a trovare un effettivo punto di sintesi, si procederà ad una nuova discussione in apposita riunione.
  • Il documento verrà infine discusso in assemblea.

 

 

 

Calendario di massima:

  • Entro il 09 marzo: caricamento dei materiali e del calendario sul sito
  • 09-14 marzo: commenti e proposte online da parte del gruppo di lavoro
  • 14 marzo: prima riunione del gruppo
  • 14-17 marzo: sintesi delle posizione emerse e redazione di una bozza della proposta
  • Entro il 17 marzo: ultimazione di una bozza di documento da sottoporre al gruppo di lavoro
  • 17-22 marzo: eventuali commenti online sulla bozza da parte del gruppo
  • Entro il 22 marzo : eventuale seconda riunione del gruppo di lavoro
  • 26 marzo: presentazione del documento all’assemblea

 

 

avatar Angelica Villa 3 mesi fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Michele Sarfatti 3 mesi fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.