avatar

guido hugony (email non verificata)

2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Come ormai di moda, anch'io ho letto il voluminoso testo sul Capitale del XXI secolo.

Lo studio e il messaggio mi pare interessante, anche perchè ritengo che la definizione del rapporto fra redditi di lavoro e redditi di capitale sia un elemento fondante di una politica di sinistra.

Mi pare che spesso si parli genericamente di riduzione della tassazione come obbiettivo del governo; credo che procedere su questa base sia del tutto sbagliato, anche perchè la riduzione della tassazione non porta altro che una riduzione delle politiche sociali. Ripetere le storie sulla riduzione dell'evasione e degli sprechi è populismo , di destra ( Lega ) o di sinistra ( Cinquestelle ).

Occorre invece avviare una politica fiscale che sappia realizzare una giustizia sociale  che è la base del messaggio della sinistra.

L'argomento è certamente delicato, soprattutto se gestito dai circoli immersi in realtà economiche non solo richhe, ma che rappresentano comunque interessi personali in contrasto con una adeguata ridistribuzione dei redditi.

Oggi la tassazione è progressiva al contrario, percentualemnete pagano più tasse le classi operaie e impiegatizie che , rappresentando il 50% della popolazione, posseggono il 5% delle risorse.

Gli anni di Berlusconi hanno peggiorato la situazione distributiva delle ricchezze e occorre intervenire con la forza di un partito che dovrebbe sviluppare il paese con l'obbiettivo di incrementare la percezione di una diversa giustizia sociale.

Credo che questo argomento debba essere dibattuto nel partito .

Guido H

 

 

avatar Alberto Provenzali 2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Penso anche io che questi temi...