avatar

andrea marchini

3 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Ecco una proposta che ho letto sul corriere di milano andrebbe sicuramente presa in considerazione, perchè come sappiamo in via paganini e nella scuola bacone ci sono molti nostri elettori:

Le strade del sesso chiuse di notte

Gli abitanti di via Paganini adiacente a piazza argentina :  chiedono «Basta prostituzione».
Un sistema di telecamere dovrebbe consentire l’ingresso solo ai residenti scoraggiare i clienti

Chiedono sistemi che (altrove) funzionano. Tecnologia. Telecamere. Basta usarle diversamente: non solo per controllare il traffico (tipo Area C), o per limitare la movida (come all’Arco della Pace). Lì, in quel quadrato di strade incastrato tra viale Abruzzi e corso Buenos Aires, le telecamere servirebbero per contenere una movida diseredata e un traffico ossessivo, che ruota intorno a quelle 15-18 tra ragazze, donne e viados, nella zona ormai «storica» di prostituzione tra le vie Piccinni, Monteverdi, Paganini. Ecco, chiudere quest’ultima strada, dicono i cittadini della zona, lasciando l’accesso ai soli residenti da una certa ora della sera, potrebbe scoraggiare (allontanare) prostitute e clienti. Più di quanto hanno fatto le denunce dei comitati. Più di quanto hanno potuto gli interventi di polizia e carabinieri. «Chiediamo una Ztl antiprostituzione».
Un tempo era terra dei fiolos , i magnaccia uruguaiani (che comandavano in zona piazza Aspromonte) e delle «loro» ragazze. Poi sono state le bande albanesi a prendersi le strade, e su di loro s’è concentrata l’ultima indagine del Nucleo investigativo dei carabinieri (oltre 30 arresti lo scorso febbraio).

Di giorno, oggi, s’è allargata la presenza di donne cinesi, che abbordano i clienti nei pressi del supermercato, alle pensiline delle fermate dei bus, nei dintorni della scuola Bacone: «Tra le prostitute e la sala scommesse - spiega Marco Donzelli, presidente del Codacons, che abita in zona - vicino alla scuola si crea comunque un ambiente degradato. La maggiore illuminazione è utile per la sera, ma il problema resta comunque pesante».

Il garage a pagamento di via Paganini ha dovuto sbarrare il portone da una certa ora della sera. Le impiegate della piscina Bacone raccontano: «Esci per fumare una sigaretta e capita di essere abbordata. Niente di pericoloso, ma non è piacevole».
È capitato anche ad alcune ragazze che uscivano dal centro sportivo. Perché la presenza di prostitute copre le 24 ore. Alternanza di nazionalità. Presenze più o meno appariscenti, chiassose, litigiose. «Purtroppo la presenza della prostituzione in zona - spiega Fabiola Minoletti, storica rappresentante del comitato Abruzzi-Piccinni - è ormai radicata da oltre un decennio, nonostante il lavoro delle forze dell’ordine. Probabilmente un intervento strutturale, come quello delle telecamere per limitare il traffico nelle ore notturne, sarebbe l’unico deterrente efficace».

 Che ne pensate?
avatar Guido Zichichi 3 anni fa
1 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 1 persona.
Simpatizzo con i cittadini, ci...
avatar Maria Teresa Santaguida 3 anni fa
1 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Anche io come Guido penso che...
avatar Filippo Rossi 3 anni fa
1 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Mi pare che questo fosse...
avatar cesare castelli 3 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
sono d'accordo sulla...
avatar Claude Milanese (email non verificata) 2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Premesso che ho abitato in...