Rispondi a:

Inviato da avatar Dario Eugenio Maggi il 12-02-2014 alle 15:02

Condivido il parere di Filippo (anche se è possibile che noi non conosciamo tutti i termini della questione, in questo momento). Per poter fare delle riforme incisive con i vincoli economici che abbiamo (debito, deficit limitato) ci sarebbe bisogno di un consenso popolare da elezioni, e di una maggioranza parlamentare (pure da elezioni), che allo stato non c'è. Il rischio è di non poter fare molto di più di quanto non possa fare Letta, non è che un cambio di leader di governo risolva d'un colpo la situazione complessiva, anche se Renzi è un uomo dalle molte risorse. Preferirei un accordo tra i due che ci porti alle elezioni con la nuova legge elettorale e almeno con una prima lettura delle due riforme costituzionali (sperando che un cambio di legislatura non le faccia ripartire da zero, cosa che in questo momento non so).

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

Contenuto della risposta

Allegati

In quest'area vengono visualizzati gli allegati in attesa di spedizione.

La dimensione massima per ogni file è di 16MiB

Inserire l'indirizzo nella forma http://www.esempio.it
Inserire l'indirizzo nella forma http://www.youtube.com/watch?v=WUrJuSh0evE