Rispondi a:

Inviato da avatar cesare castelli il 04-03-2014 alle 13:24

Meno di un mese fa' Carmela Rozza in un'affollatissima riunione a villa Necchi Campiglio annunciava la partenza dell'iter per il recupero del Diurno, gioiello che si deve alla bravura di Piero Portaluppi (sua anche la casa di via Jan che ospita la fondamentale raccolta Boschi Di Stefano). Un intervento atteso da decenni che oltre a consentire il recupero di uno spazio pubblico vincolato dalle Belle Arti, consentirà di avviare il recupero della sovrastante piazza oggi fortemente degradata. Con singolare coincidenza la Provincia ha deciso di mettere in vendita il suo palazzo che sorge a lato della piazza e che oltre ad ospitare un auditorium e uno spazio (Spazio Oberdan), dove vengono ospitate mostre di grande qualità, è anche sede della Cineteca Italiana, autentico giacimento culturale dell'arte cinematografica italiana. Questo è inaccettabile, occorre reagire studiando azioni opportune volte a scongiurare un simile errore. Propongo di vederci Giovedì 13 Marzo alle ore 19 presso 02PD in via Eustachi per discutere della sitauazione.

Cesare

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

Contenuto della risposta